Dopo 2 mesi stesa al buio non riuscendo nè a camminare, nè a lavorare, nè a stare in piedi, ormai mi ero convinta di avere qualcosa di grave.

Nessuna delle tecniche che conoscevo era riuscita a raddrizzare questa mia drammatica stasi.

Avevo perso le speranze.


Ma poi inaspettatamente sono uscita da questa situazione grazie ai Cerchi d'Oro


Questa meditazione di guarigione mi è particolarmente cara. Mi è arrivata (canalizzata, ispirata... sono parole che a volte sono usate a sproposito, quasi imbarazzanti) dal cielo qualche anno fa in un momento di particolare disconnessione psico fisica.

Inaspettatamente mi sono ritrovata per un paio di mesi con un malessere generale diffuso e senza soluzione. Ne accenno soltanto ma per me fu una situazione drammatica. Stavo giorno e notte stesa al buio non riuscendo nè a camminare nè a lavorare, nè a stare in piedi. Ormai mi ero convinta di avere qualcosa di grave, che nessuna delle tecniche che allora conoscevo riusciva a raddrizzare.

Era estate, un'estate afosa e interminabile. Dopo aver passato tutti i tipi di pensieri e considerazioni mi ero convinta che probabilmente dovevo raggiungere la mia sorellina in Cielo. Non ero spaventata, ero solo in un certo qual modo sorpresa. Mi auguravo semplicemente di volare via il più presto possibile non sopportando più quel periodo così lungo senza vedere miglioramenti. Avevo avuto il tempo per riguardare tutti i resoconti della mia vita, che trovavo sufficientemente sereni, e anche quello di abituarmi all'idea di lasciare questa dimensione.

Fu così che dando ormai per scontato che me ne sarei andata presto tra gli angioletti, mi forzai a fare cose e di ricominciare a uscire di casa, anche a costo di svenire per strada. Non potevo perdermi più un solo minuto del colore del cielo, della bellezza del mondo, anche solo quella del mio quartiere.

A 2 km da dove abito c'è una chiesa bellissima, una basilica, la Madonna del Monte. Così una di quelle mattine di luglio decisi di andare là e, con fatica e forza di volontà ci arrivai. Il percorso è in salita e quel primo giorno di libera uscita tra andata e ritorno ci misi oltre tre ore. Sono abituata a camminare e fare anche 10 km in poco più di quel tempo, e, malgrado a un certo punto ho creduto di dover chiamare qualcuno per farmi riportare indietro, fu per me una vittoria arrivarci e rientrare sulle mie gambe.

Quella prima mattina mi sedetti su una panca nella frescura della cappella per parecchio a riposarmi, riordinare le idee e recuperare la motivazione per riaffrontare senza panico il rientro.

Il giorno dopo decisi di rifare lo stesso percorso. Fisicamente non stavo per nulla bene ma mentalmente avevo acceduto a una rigenerazione e qualcosa mi spingeva a ripartire.

Vorrei fare adesso una specifica per me piuttosto importante. Per me la "chiesa" è da tanto tempo semplicemente un luogo di risonanza come possono essere le piramidi, Stonehenge, una moschea o un bosco secolare.

"Poiché ai luoghi sacri è quasi sempre associata la credenza in forze attive che ne emanano, e ogni singolo luogo è come circonfuso di un fluido misterioso che ne irraggia e che può essere trasmesso per contatto, tutti i luoghi di culto assumono volontariamente o involontariamente un carattere magico."

Illuminante a proposito dei santuari di qualsiasi tempo ed epoca l'intero articolo delle poche righe qui sopra a questo link.

Forse perchè nel tempo ho allargato, o meglio sono stata guidata ad allargare, la mia visione e i miei sensi riuscendo a considerare sacro tutto, ovunque e comunque.

Il secondo giorno mi capitò una cosa particolare. Anche se ricordo questi fatti con un po' di nebbia e fatico a definirli, come se fossero stati sogni o racconti di qualcun altro. C'ero e non c'ero, là.

Il secondo giorno la salita alla chiesa, per oltre un chilometro la strada è piuttosto irta, mi fece pentire dell'intenzione di uscire di casa. Presi a sudare freddo non per la fatica, perchè camminavo lenta e attenta, ma per un malessere che mi faceva pensare che avrei perso i sensi di lì a poco. Rallentai, cercavo di distrarmi guardando la campagna circostante e respirare con dignità e finalmente arrivai alla mia solida e concreta panca al fresco.

Dopo non so quanto tempo, ma ritengo fossero trascorsi una decina di minuti, vidi un'immagine che mi sbalordì: al posto del viso della madonna sull'altare c'era il mio viso. Per qualche attimo non vidi più la faccia della statua ma il mio viso sereno era sovrapposto a quello della Madonna del Monte. Non ebbi il tempo di spaventarmi, qualcosa mi risuonava "Io sono Te". Più che sentire quelle parole sentivo la concezione del fatto che mi era entrato dentro.

Mi scendevano le lacrime mentre capivo che quel "Io sono Te" non era esattamente che io ero la Madonna, ma ero la panca stessa, l'altare, le figure nei quadri, i quadri stessi, ero le poche persone in quell'ora del tardo mattino.

Ogni cosa mi diceva "Io sono Te!"

Tornai a casa con la sensazione di un miracolo in corso, eccitata, con un passo più fermo mentre anche fuori risuonava di "Io sono Te!". Mi diedi l'intenzione di tornare ogni giorno in chiesa, in quel momento la elessi a luogo di meditazione. E soprattutto qualcosa si era smosso, c'era roba in me che stava ricominciando a funzionare. Ero ancora abbastanza a pezzi ma dentro vibravo come un'orchestra

Il mattino dopo non mi alzai, non riuscivo a camminare, l'acido lattico formatosi nello sforzo di fare la salita alla chiesa per 2 giorni dopo un periodo debilitato mi impediva la fluidità delle gambe.

Ma ero serena, ci sarei tornata il giorno dopo a costo di andare a quattro zampe. Ero in fibrillazione, volevo risperimentare quella sensazione di accordo armonico con tutti quei pezzi di me che si stavano ricomponendo. Dentro suonavano quelle parole "Io sono Te". Un senso doveva averlo tutto questo e se non ci fosse stato o non lo avessi trovato andava bene uguale. La mia mente era aperta e riusciva a riconsiderare la Terra come la mia mamma ancora per un po', ma volevo e dovevo stare meglio, stare bene al più presto.

Prima di sedere sulla panca quell'ultima mattina avevo un po' di tensione, "E se non succedesse nulla?", "E se mi fossi immaginata tutto?", "E se fosse solo la mia presunzione e la voglia di un miracolo?", "E se non provassi mai più quella sensazione?"

Smisi con gli "E se" e mi sedetti al mio banco, mi imposi di rilassarmi, di svuotarmi, ero in quieta attesa. Di cosa non so, rifiutavo di star dietro al mio cervello, rifiutavo che mi chiedesse qualcosa e di avere aspettative.

Stavo ad occhi chiusi e il Tutto arrivò.

La meditazione in questo mp3 è ciò che vidi e sperimentai quella mattina. Le immagini si composero arrivando nella mia mente, nel mio cuore e nel mio intero essere. Erano così vivide e sensoriali che potevo pensare che le persone sparse sulle altre panche potessero vedere la lucentezza dei Cerchi d'Oro che mi stavano guarendo. Sentivo chiaramente un flusso di andata e ritorno che mi attraversava raddrizzando il mio corpo, le mie spalle e la mia testa, mi correggeva dentro e fuori. Ero in intimità con un miracolo, potevo solo emanare commozione e gratitudine e abbandonarmi a esso. A un certo punto con l'Intenzione allargai i Cerchi perchè inglobassero l'intera basilica e tutto quello che vi era incluso. Poi allargai ancora alla città.

Si fusero in quel contesto anche dettagli di altre tecniche di lavoro sui Chakras, esercizi che facevo da anni, ma in una modalità diversa, con intenzioni e consapevolezze diverse, che da allora utilizzo con o senza i Cerchi d'Oro per me o a distanza. Ne sto scrivendo in un testo più dettagliatamente.

Per concludere questa avventura, scesi dal colle della basilica con buona energia e ci misi solo qualche giorno a riprendermi completamente.

Miracolo? Non so, questo termine è sempre un po' troppo mistico e selettivo. Io traduco questo viaggio nel giù e nel su di me stessa come una mia estrema sensibilizzazione a qualcosa che ancora mi è sconosciuto, probabilmente necessaria perchè potessi accedere in qualcosa di me accettandone il senso senza volerlo necessariamente identificare.

Non mi domando, non faccio filosofia e non indago razionalmente più di tanto. Mi abbandono e fluisco perchè tutto è perfezione e appena siamo pronti è alla portata di chiunque, cosa che mi è stata detta più di una volta in questi anni. Nel caso di questa meditazione... la tecnica per me ha funzionato e funziona e questo è quanto.

Da allora ho sperimentato altre situazioni sottili e altre ne continuo a sperimentare, ogni giorno ho contatti mentali e fisici con il TuttoUno e con questa costante relazione interattiva sono la persona più felice, e meno sola, del pianeta.

Ti auguro un Buon Viaggio terreno Divino e ritorno con questo esercizio e che tu possa ottenere le tue migliori creazioni.

Con Amore e Armonia

Silvia Paola Mussini


Silvia Paola Mussini

Autrice, coach, blogger, esperta di Ho'oponopono e sciamanesimo del Sè, creatrice di gioielli esoterici. Da sempre una curiosa attenzione la porta a cercare gli anelli di congiunzione tra il sé spirituale e i perché dell’essere su questo piano di esistenza.


PER LA SERA

visualizzazione guidata

CERCHI D'ORO

DI GUARIGIONE

audio mp3 - minuti 17:39

MEDITAZIONE DI GUARIGIONE ENERGETICA

Per rigenerare e riorganizzare l'armonia individuale, la creatività, i sogni e la guarigione energetica. Particolarmente indicato prima di addormentarsi perchè favorisce un rilassamento profondo.

e in omaggio

L'ONDA ARMONICA

CONNESSIONE RIVITALIZZANTE

audio mp3 - minuti 7:27 + PDF

Specifica per il mattino la puoi ascoltare in quei momenti di tepore, appena prima di alzarti e di immetterti in un nuovo giorno di lavoro. In pochi minuti ti ricarichi energeticamente dell’energia di Madre Terra tramite l’Onda Armonica, che ti scalderà, ti idraterà, ti ossigenerà per ottenere un’efficace e benefica rivitalizzazione di tutto il tuo essere.

PER IL MATTINO

€ 16.00

Pagamento con PayPal, Carta di Credito, Bonifico o Ricarica Postepay​

DOWNLOAD ISTANTANEO

Subito dopo l'acquisto le meditazioni in formato mp3 CERCHI D'ORO
e L'ONDA ARMONICA
saranno disponibili per te nell'Area Riservata e potrai scaricare il files immediatamente.


​TESTIMONIANZE

Franca Arcidiacono

Grazie per avermi dato l'opportunità di seguire e gustare questa bella meditazione dei CERCHI D'ORO DI GUARIGIONE

Leggi tutto

Una Meditazione fantastica che ho praticato con successo.

Leggi tutto

Grazia Tarascio
Anna Maria Passalacqua

​Sto facendo meditazione con i cerchi d'oro quello che mi sta accadendo, e' incredibile.

Leggi tutto

Ti voglio raccontare la mia esperienza derivante dall’ascolto dei Cerchi d’Oro.

Leggi tutto

Iacopo Del Pantaiacopodelpanta.com
Loredana Croci Torti

La meditazione è bellissima e secondo me molto speciale.

Leggi tutto

​Prima di dormire ascolto la tua meditazione Cerchi d'oro di guarigione.

Leggi tutto

Erica Malacarnescrittrice
Paola Aiello

Che bello! Una per la sera e una per la mattina! GRAZIEEEE!

Leggi tutto

​Avevo bisogno di "qualcosa" che mi desse una carica

Leggi tutto

Simona Pelato
Valentina Demelasviveredalridere.com

Ho acquistato la tua meditazione “Cerchi d’oro di Guarigione” la utilizzo ormai da una settimana e voglio ringraziarti per il tuo magnifico lavoro!

Leggi tutto

Ciao Silvia, ecco come promesso ti scrivo delle mie sensazioni sui Cerchi d'Oro.

Leggi tutto

Michela Grimsig
Antonella Zoni

Le sensazioni che provo quando ascolto la tua meditazione sono di grande pace interiore.

Leggi tutto

Vorrei ringraziarti dal profondo del cuore per la tua meditazione dei cerchi d'oro che trovo meravigliosa.

Leggi tutto

Paola Colli
Gloria Julia Diffen

Grazie Silvia! I cerchi d'oro l'ascolto tutte le sere e devo dire che più lo ascolto più ne sento i benefici!

Leggi tutto

Cara Silvia, mi sono piaciute tantissimo entrambe le meditazioni sia i Cerchi d'Oro che l'Onda Armonica

Leggi tutto

Anna Maria Cotrufo
Iris

Ho letto il racconto della tua esperienza e del tuo incontro con I cerchi d'oro, ma non avrei mai creduto di ascoltare parole così amorevoli e totali.

Leggi tutto

Carissima Silvia Paola, Non è solo bellissima è anche magnifica, ora ho un appuntamento giornaliero e sono sicura che potrà solo farmi del bene.

Leggi tutto

Gabriella Ginelli
Susanna Bini

Ciao Silvia, di solito sono una persona che dice sinceramente quello che pensa... questo per farti capire che quando ho detto che la meditazione è bellissima lo pensavo veramente anzi lo penso tuttora... L'ho fatta ancora varie volte, riesco a visualizzare bene (sono abituata dagli esercizi di Yoga), solo una volta che ho voluto provarla da sdraiata ho perso per un po' il controllo... ma perchè ero rilassatissima.

Leggi tutto

Grazie Grazie Grazie


PER LA SERA

visualizzazione guidata

CERCHI D'ORO

DI GUARIGIONE

audio mp3 - minuti 17:39

MEDITAZIONE DI GUARIGIONE ENERGETICA

Per rigenerare e riorganizzare l'armonia individuale, la creatività, i sogni e la guarigione energetica. Particolarmente indicato prima di addormentarsi perchè favorisce un rilassamento profondo.

e in omaggio

L'ONDA ARMONICA

CONNESSIONE RIVITALIZZANTE

audio mp3 - minuti 7:27 + PDF

Specifica per il mattino la puoi ascoltare in quei momenti di tepore, appena prima di alzarti e di immetterti in un nuovo giorno di lavoro. In pochi minuti ti ricarichi energeticamente dell’energia di Madre Terra tramite l’Onda Armonica, che ti scalderà, ti idraterà, ti ossigenerà per ottenere un’efficace e benefica rivitalizzazione di tutto il tuo essere.

PER IL MATTINO

€ 16.00

Pagamento con PayPal, Carta di Credito, Bonifico o Ricarica Postepay​

DOWNLOAD ISTANTANEO

Come pagare con Paypal?

Subito dopo l'acquisto le meditazioni in formato mp3 CERCHI D'ORO
e L'ONDA ARMONICA
saranno disponibili per te nell'Area Riservata e potrai scaricare il files immediatamente.

Acquista Ora



Le immagini riportate hanno solo un fine illustrativo
Gli audio mp3 non sono prodotti fisici ma digitali ovvero scaricabili sul tuo computer
Nota bene: Questo materiale è offerto esclusivamente ai fini di intrattenimento, didattica e informativa.
I prodotti e/o le tecnologie che questo sito promuove non sono destinati a diagnosticare,
trattare, curare o prevenire alcuna malattia.